Lo schema piramidale è illegale… e non c’entra con il Network Marketing

Cosa trovi nel post:

Il network marketing è un’attività in continuo sviluppo nel nostro Paese e ancora molte persone ne stanno lontano perché viene associata (per ignoranza o pregiudizio) ad un’attività piramidale, messa fuori legge dall’art. 4 della legge 173 il 17 agosto del 2005.

Quali sono le differenze sostanziali che permettono ad un neofita di riconoscere un’azienda seria di network marketing da un’attività piramidale fuorilegge, anche se tale attività viene promossa da un’azienda che opera regolarmente in Italia?

All’interno dell’articolo trovi tutte le caratteristiche da verificare per sapere esattamente se un network è affidabile e come riconoscerlo.

piramide del louvre come metafora dello schema piramidale illegale

Le caratteristiche del prodotto

La prima cosa da verificare quando si riceve una proposta di entrare in un network marketing è il costo di ingresso che come recita l’art. 4A delle legge 173, deve riguardare esclusivamente un kit o campionario e/o materiale per lavorare. Quindi diffida di tutte quelle proposte in cui si promettono ampi guadagni a fronte di una spesa iniziale corposa e non giustificata dalla presenza di prodotti o campionari. Anche se è possibile, per aumentare la percentuale di sconto e di guadagno, acquistare grandi quantità di prodotti, si ricorda, come vedremo dopo, che in Italia è vietata la rivendita di prodotti promossi con il network marketing e, pertanto, in caso di acquisti sostanziosi, si ricorda che gli stessi possono essere utilizzati esclusivamente per uso personale.

Acquisti mensili

Un’altra caratteristica dell’attività illegale è quella di obbligare gli acquisti mensili ripetitivi o automatici di prodotti o servizi…

Un’azienda seria di network al massimo chiede un minimo di produttività per essere attivi e ricevere i bonus, ma non può assolutamente imporre un acquisto forzato e soprattutto automatizzato!

Diffida sempre dalle aziende che avanzano queste tipo di richieste!

Reclutamento

persona che indica

È illegale e severamente proibito dalla legge 173, creare un network marketing il cui guadagno si basa sul mero reclutamento e non su un fatturato prodotto dallo stesso.

L’attività legale del network marketing si basa sull’ingresso di nuovi incaricati con cui sviluppare una rete che produca fatturato sia attraverso l’autoconsumo, sia con la produttività di clienti!

Il tesserino è obbligatorio!

È fondamentale per essere sicuri di fare legalmente l’attività di networker essere in possesso di un tesserino di riconoscimento rilasciato dall’azienda con relativo permesso della questura centrale, in cui siano ben evidenziati:

  • Nome,
  • Cognome
  • la foto dell’incaricato
  • un codice identificativo dell’incaricato
  • il logo e l’indirizzo della sede legale dell’azienda che lo rilascia

Come funziona la vendita?

In Italia è severamente proibito per un networker comprare prodotti direttamente dall’azienda con lo sconto e poi rivenderlo a prezzo di listino, privatamente e senza fattura. In Italia un Networker è autorizzato esclusivamente alla raccolta degli ordini, infatti la legge impone che la vendita, con relativa fatturazione sia effettuata direttamente dall’azienda per cui si opera.

Molte aziende che sono legali in paesi europei o extra europei, tentano di conquistare il mercato italiano promuovendo lo sviluppo della rete attraverso il passaparola o il contatto on line, pur non essendo realmente nel territorio.

Queste aziende pagano settimanalmente o mensilmente attraverso versamenti su carte di credito , spediscono i prodotti all’incaricato (pagati preventivamente dallo stesso) e il suo compito è quello di recuperare i soldi anticipati e di provvedere alla consegna dei prodotti stessi.

Questo modo di operare in Italia è proibito.

Il meccanismo è legale se avviene nel seguente modo:
l’Azienda ha il compito di provvedere alla fatturazione, alla consegna del prodotto, e all’incasso della spesa fatta dal cliente e successivamente erogare bonus e provvigioni attraverso fattura o quietanza emessa dalla stessa per nome e conto dell’incaricato.

Quindi ti consiglio di diffidare di tutte quelle operazioni il cui lo scopo è unicamente quello di muovere denaro per produrre denaro. Infatti anche se queste attività si spacciano per Network Marketing, in realtà sono delle vere e proprie attività piramidali se non, in alcuni casi, attività criminali con cui, con la promessa di grandi, facili e immediati guadagni vengono persuase le persone a svuotare il proprio conto corrente.